Wladipedia’s Weblog

Tutto quello che interessa a me!

Archive for the ‘Ambiente’ Category

Tutto ciò che riguarda l’ambiente, l’inquinamento e ciò che ritengo sia da canoscere.

L’ inquisizione animalista!

Posted by wladipedia su 18 febbraio, 2010

Demenza collettiva! Sembra di essere ai tempi dell’inquisizione, ma ci si rende conto che un gatto o un un cane sono animali come molti altri che mangiamo?
O forse penisamo che i gatti abbiano piu sentimenti?
O magari semplicemente essendo piu “carini” allora è sacrilegio trattarli alla stregua degli altri animali?

Forse il volgo viziato dal benessere moderno dovrebbe iniziare a rimpossessarsi di una visione più naturale delle cose che lo circondano e considerare tutti gli animali al giusto livello, quindi vivere la natura come tale, nel bene, nel male e nel crudele, apprezzandone in tutto ciò la “straziante e meravigliosa bellezza del creato”(Citazione.) senza sacrificare la propria inteligenza ad un buonismo di comodo.

Ipocrisia; quando si tratta di sacrificare l’ambiente o addirittura la nostra stessa salute per motivi ben più futili e quindi più ben più gravi, l’uomo non si pone scrupoli se in gioco ci sono certi interessi, ma l’importante è apparire umani agli altri umani.

Ogni essere vivente polvere era e polvere ritornerà, quindi è inutile che se la sbatta tanto. Maledetti idioti!

Annunci

Posted in Ambiente, Cosa penso | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , | 2 Comments »

Morirete tutti

Posted by wladipedia su 4 gennaio, 2010

Posted in Ambiente, Politica | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

HOME, LA NOSTRA TERRA

Posted by wladipedia su 8 giugno, 2009

Vorrei segnalare segnalare un documentario meraviglioso, il 5 Giugno 2009 (Giornata mondiale dell’ambiente)vi è stata l’anteprima mondiale in contemporanea in 87 paesi. In Italia è stato trasmesso su Rete 4 in seconda serata.

IL TRAILER:

http://www.youtube.com/homeproject

  • Link di eMule al VIDEO IN ITALIANO IN HD

(è possibile aggiungerlo ai propri download copiando il link sulla barra degli indirizzi di Internet Explorer )

ed2k://|file|[Doc%20ITA]%20HOME%20La%20Nostra%20Terra%202009%20HD%20by%20Jaku%20[wladipedia.wordpress.com].avi|1493893822|33EA3D749DAF198928A624BED7C32C31|h=2GPUEKWG4A7TJLMF6AIRUVWUGKR5LNOR|/

Sottotitoli:

ed2k://|file|[Doc%20ITA]%20HOME%20La%20Nostra%20Terra%202009%20HD%20by%20Jaku%20[wladipedia.wordpress.com].srt|1571|0D51EF7359B61DFEB3C2995640A77CE6|h=WKMEDTQO5DFY3MP2DZFKE2LWC4VA7REQ|/

  • Altri lengue:

RUSSO: http://www.youtube.com/watch?v=7hFivbgIEqk

ARABO: http://www.youtube.com/watch?v=E9-k7wtS3bg

  • INFO

Da: http://www.ecoditorino.org/home-la-nostra-terra-contemporaneamente-in-tutto-il-mondo-per.htm

[…] Il film Home La nostra Terra è stato girato da Yann Arthus-Bertrand e co-prodotto da Elzévir Films e EuropaCorp, compagnia di Luc Besson. […] Il film, che È STATO PRODOTTO SENZA FINI DI LUCRO, si pone come obiettivo quello di essere visto dal maggior numero di persone possibili. […]

Da: http://www.alcinema.org/rubriche/news/dettaglio.asp?id_news=3503

Più di un semplice film questa produzione rappresenta un vero e proprio evento ambientalista globale, per il carattere simultaneo, gratuito e multipiattaforma che ne caratterizza la diffusione.

Accrescere il livello di consapevolezza sulla responsabilità di ogni individuo nei confronti del Pianeta è l’ambizioso progetto del regista e dei produttori. I guadagni verranno donati a Goodplanet.org, mentre le emissioni di gas serra, causate dai viaggi aerei e dalle ore impiegate negli scatti fotografici in elicottero verranno compensate attraverso il sostegno di progetti non inquinanti.

A primo impatto il film può apparire un semplice documentario sulla falsa riga di quello proiettato dalla Disney in tutti i cinema solo 13 giorni prima dell’uscita di Home, in realtà il film non si limita a descrivere solo la vita degli animali in quei ambienti naturali ancora incontaminati. Parlando della Nostra Terra, non si può in effetti ignorare l’impatto che l’uomo ha avuto su di essa.

Per questo il film, si divide sostanzialmente in tre parti composte da favolose riprese del nostro pianeta, composte non solo da paesaggi e ambienti naturali incontaminati, ma anche dalle grandi opere dell’uomo, delle varie civiltà e degli effetti che esse ha lasciato sul pianeta, il tutto accompagnato da bellissime musiche classiche molto azzeccate e dalla voce narrante.

La prima parte del film tratta la nascita della terra e dell’armonia tra ambiente e essere viventi che si è sviluppata. Nella seconda parte entra in scena l’uomo, le sue civitltà, da quelle che ancora vivono in stretta simbiosi con la natura, a quella moderna dal grande impatto inquinante. Il film a questo punto è molto crudo e “triste”, maturo e mai eccessivo. Il film non è solo una critica banale e fine a se stessa, infatti nella la terza ed ultima parte il documentario su sposta ad analizzare i nuovi e positivi cambiamenti che l’uomo ha fatto negli ultimi anni a favore dell’ambiente che pur se compromesso può ancora essere in parte salvato.

  • ATTENZIONE! Il film HOME LA NOSTRA TERRA non va confuso con il film documentario della DisneyNatrure intitolato “Earth, La nostra terra” uscito il 22 Aprile 2009 nei cinema Italiano, dalle immagini molto suggestive ma lontano dai problemi globali.

Posted in Ambiente, Scienza | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 3 Comments »

Anche se nessuno lo dice, loro rimangono. (La diossina come i mafiosi)

Posted by wladipedia su 10 ottobre, 2008

La diossina ha un impatto cancerogeno, provoca malformazioni e patologie terribili.
L’allarme diossina lanciato negli scorsi anni dal movimento ambientalista tarantino aveva un
fondamento. Lo dimostrano i dati dell’Arpa che ora vengono anche commentati e accompagnati
da una serie di importanti proposte operative per ridurre le emissioni di diossina. (Fonte: PDF Comunicato stampa del “Comitato per Taranto )

  • LIMITI MASSIMI PER LEGGE PER LA DIOSSINA (nanogrammi/metrocubo):

LIMITE CEE PER LA DIOSSINA

0,4

LIMITE ITALIANO INCENERITORI

0,1

LIMITE ITALIANO POLI SIDERURGICI

100,0

EMISSIONE IMPIANTO SIDERURGICO ILVA

4,0

Ad esempio altri paesi come Austria e Germani hanno un limite unico o similare per la concentrazione della diossina che comunque rientra nelle norme europee (giustamente), questo è di 0,2. In Inghilterra è di 0,1 mentre per l’Olanda varia da 0,1 a 04.

Dossier PeaceLink 2007

Nuovo record: a Taranto il 90,3% della diossina nazionale

Il dato è stimato rispetto alle emissioni complessive stimate per la grande industria. All’Ilva il primato nazionale per PCDD (policlorodibenzo-p-diossine) e PCDF (policlorodibenzo-pfurani). Recentemente l’Espresso ha fatto scoppiare il “caso Taranto” a livello nazionale segnalando che a Taranto si concentrerebbe il 30% della diossina italiana. Tale notizia si basava sui dati europei del 2002 del Registro Eper (European Pollutant Emission Register). Si allega il Dossier integrale in formato PDF con la storia di una mamma il cui bambino è nato con una malformazione. La diossina, anche in dosi infinitesimali, provoca malformazioni.
3 maggio 2007 – Alessandro Marescotti
[…]
.

Posted in Ambiente | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

Un modo migliore di destinare il 5×1000

Posted by wladipedia su 30 maggio, 2008

GREEN PACE

Posted in Ambiente | Contrassegnato da tag: , , , , , , , | Leave a Comment »

Biologico, dovete saperlo!

Posted by wladipedia su 18 aprile, 2008

Ecco qualcosa che tutti DOVREMMO SAPERE!

Il prologo (ma non fermatevi a questo, il filmato completo è il secondo):

Le scelte dei nostri acquisti e dei prodotti biologici non cambia solo il futuro dell’ ambiente, ma aiuta gli allevatori, il nostro borsello, e la nostra salute; cambia il futuro della politica! Troppi credono che un pomodoro biologico contenga le stesse sostanze di un pomodoro coltivato con agricoltura intensiva e chimica. I terreni sterili coltivati chimicamente rappresentano 1/3 dell’effetto serra e non potranno produrre in modo naturale per decenni. Piu del venti percento del prodotto consumabile viene buttato negli inceneritori. Guardate il filmato, tutto.

Ecco il filmato completo!

Grazie della visione.

P.S. Ad Arezzo: […] Gli addetti ai lavori parlano di “filiera corta”, cioè della riduzione dei passaggi dei prodotti dalla terra alla tavola. Il “Mercatale” rappresenta quindi un importante sostegno al consumo delle produzioni biologiche e di qualità del territorio Aretino. […] La scelta del sabato della Fiera ha ovviamente una duplice valenza […]

Posted in Ambiente | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 1 Comment »

Greener Electronics Marzo 2008

Posted by wladipedia su 29 marzo, 2008

Greenpeace ogni 3 mesi, stipula un rapporto sulle più grandi aziende a livello mondiale che operano nel campo dell’ elettronica (computer, console, cellulari, elettrodomestici, ecc..), in esso si riassume con un punteggio compreso tra 0 e 10 il livello di rispetto ambientale di tali aziende, basando principalmente la valutazione nell’ambito dello smaltimento dei rifiuti elettronici e dell’utilizzo di sostanze pericolose.
Nelle ultimissime posizioni vediamo la Nintendo, Philips, Panasonic e Microsoft!

Pensateci quando acquistate! 😉

Posted in Ambiente | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 1 Comment »

Boschi e Foreste

Posted by wladipedia su 18 dicembre, 2007

DEFORESTAZIONE IN ACCELERAZIONE

Un centinaio d’anni? ———————————–> Poche ore!

Meno 20mila ettari al giorno, per un totale di 7,3 milioni di ettari all’anno. Questa la perdita netta di foreste nel mondo secondo il recente rapporto della FAO “Lo Stato delle Foreste nel Mondo”. Dal 1990 al 2005, la Terra ha perduto il 3% del suo territorio forestale totale (che copre circa 4 miliardi di ettari, vale a dire il 30% della superficie del Pianeta), un calo medio di quasi lo 0,2% l’anno.

I boschi hanno rilevanza a livello geologico: assicurano stabilità del terreno circostante, proteggendolo dall’azione distruttiva di piogge, frane, valanghe o sabbie (a seconda della posizione geografica in cui è presente). Le radici, inoltre, diramano le falde acquifere, sotterranee, e spesso anche il letto dei fiumi. Contribuiscono all’assorbimento dei gas nocivi, restituiti puri alla natura. La loro altezza, ammirabile anche dal punto di vista estetico, permette l’assorbimento di elettricità in caso di temporali.

Pubblicità:

Il disboscamento, o deforestazione, consiste nell’abbattimento degli alberi per motivi commerciali o per sfruttare il terreno per la coltivazione. Questo sistema arreca gravi danni all’equilibrio dell’ambiente naturale, infatti la cenere fertilizza per poco tempo il terreno, mentre la distruzione del sottobosco distrugge in tutto e per tutto l’habitat della foresta pluviale accelerando fenomeni erosivi del terreno. Dopo pochi anni si deve abbandonare il terreno e diboscare un’altra area. Inoltre l’utilizzo del fuoco è molto pericoloso perché danneggia la fauna e spesso sfugge al controllo causando danni ancora più gravi. Questo fenomeno, purtroppo ancora molto frequente nella foresta amazzonica e in crescita in molte altre aree del pianeta, porta via molti alberi al polmone verde della Terra. I paesi maggiormente interessati da questo fenomeno (spesso anche connesso con attività illegali) sono Cina, Colombia, Congo[1], Brasile, India, Indonesia, Myanmar, Malesia, Messico, Nigeria e Thailandia, che insieme compiono più del 70% di diboscamento mondiale.

Gli effetti negativi del diboscamento sono numerosi e comprendono:

  • l’effetto serra
  • desertificazione nei territori secchi
  • erosione, frane e smottamenti nei territori piovosi e collinari
  • inquinamento degli ecosistemi acquatici (a causa del dilavamento delle acque)
  • sottrazione di risorse per le popolazioni indigene

I TAGLI ILLEGALI

Amazzonia: http://it.youtube.com/watch?v=oxAHei3V5wA

Camerun: http://it.youtube.com/watch?v=SmKhMVtU_B4

Posted in Ambiente | Contrassegnato da tag: , , , , , , | 3 Comments »

Salvate Lori Gracile

Posted by wladipedia su 3 ottobre, 2007

Da http://www.stranimali.it/2007/07/11/il-lori-gracile-e-le-sciocche-superstizioni/

Il Loris tardigradus vive nelle foreste dell’India meridionale e dello Sri Lanka, è un quadrupede arboricolo molto raro, un piccolo primate (è lungo circa 200-250 mm e pesa 100-300 grammi) caratterizzato da degli occhioni sporgenti.

Si nutre di insetti, lucertole, uova di uccelli e occasionalmente di invertebrati, bacche e foglie.

E’ uno dei tanti animali a rischio estinzione e la cosa che probabilmente colpisce di più sono le cause di questo rischio.

E’ infatti decimato da una caccia secolare per le sue presunte qualità di afrodisiaco, rimedio per l’asma e per fungere da bambola voodoo vivente …

Ad aggiungersi alle sofferenze occorse a questo animaletto senza coda che sta su un palmo di mano , oggi c’è l’invasione dell’uomo nel suo habitat naturale: costretto ad avvicinarsi alle zone urbane, lì è cacciato dai superstiziosi che lo considerano un portatore di jella.

Posted in Ambiente | 4 Comments »

L’ inquinamento piccolo

Posted by wladipedia su 17 settembre, 2007

Aggiornato il 01/11/2009

Congresso sulle NANOPARTICELLE del Dott. Montanari:

http://www.arcoiris.tv/modules.php?name=Downloads&d_op=getit&lid=4631&ext=_big.wmv


Altre info su: http://it.wikipedia.org/wiki/Nanotossicologia

ECCO UN VIDEO SEMPLICE, COINCISO, CHE SPIEGA BENE (a mio parere) COSA SONO GLI INCENERITORI E LE DISCARICHE, infine le SEMPLICI ED OVVIE ALTERNATIVE.

Riassunto per chi non ha voglia di vederselo (quello che ho capito io): Le nanoparticelle sono elementi piccolissimi, si creano anche in natura o attraverso gesti di lavori quatidiani. Non per questo non sono pericolose, e con questa scoperta sono state spiegate l’origine di malattie come i tumori. In un ambiente naturale la possibilità di ammalarsi di tali malattie è però bassa, ma alcune grandi opere umane come gli inceneritori, alcuni processi industriali e altri eventi particolari, portano questa concentrazione di particelle ad aumentare in maniere elevata e quindi come è stato riscontrato scentificamente ad un elevata mortalità. Esempio sono i malati della guerra dei Balcani o di persone vicino a particolari centrali e industrie, la quale mortalità era aumentata senza una spiegazione. E’ triste notare come tutto ciò, essendo stato scoprto recentemente non venga tuttelato dalla legge, che riconoscendo solo il PM10 come “dannoso” incentiva strade sbagliate dove persone lucrano ignorando il problema pur essendone a conoscenza (tutto ciò è anche giustificato dai miliardi di sovvenzioni dati agli inceneritori e tolti alla ricerca e sviluppo delle fonti rinnovabili). Non solo, i filtri messi in alcune macchine disel ad esempio scompongono il PM10 in nanoparticelle più pericolose ma ovviamente, non essendo quest’ultime riconosciute pericolose per legge non viene dichiarata la loro pericolosità. Inoltre i filtri negli inceneritori, delle mascherine e altro, sono totalmente inutili perchè non esiste al momento nulla capace di filtrare le nanoparticelle. Esse rimangono in sospensione nell’ aria e possono essere trasportate per migliaia di Kilometri, depositandosi nell’acqua e nelle agricolture sono assimilati da frutta, verdura e animali. Esse sono indistruttibili e inassimilabili dal corpo umano, occorrono circa 100 generazioni per smaltirle in modo naturale. Non vanno confuse con i minerali assimilabili dal corpo che presentano una struttura differente.

Posted in Ambiente | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »