Wladipedia’s Weblog

Tutto quello che interessa a me!

Archive for the ‘Cosa penso’ Category

Dal basso all’ alto

Posted by wladipedia su 8 settembre, 2010

Più si comprende e più ci si sente lontani,

sopratutto dagli altri.

Annunci

Posted in Cosa penso | Contrassegnato da tag: , , , , , , | 1 Comment »

Quanto tempo riempito dal PC…

Posted by wladipedia su 13 agosto, 2010

È un medicinale, usare bla bla bla…

Posted in Cosa penso | Contrassegnato da tag: , , , , , , | Leave a Comment »

Vero amore

Posted by wladipedia su 30 luglio, 2010

Quello che la gente definisce “vero amore” è la peggio cosa, ci rende felici ma non ci fa realizzare di aver perso tutto il resto.

Posted in Cosa penso | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , | 2 Comments »

Facebook

Posted by wladipedia su 30 luglio, 2010

Molti amici su faecbook, pochi veri amici nella realtà. La quantità al posto della qualità!

Posted in Cosa penso | Contrassegnato da tag: , , , , , | 1 Comment »

Comunicare su Facebook

Posted by wladipedia su 20 luglio, 2010

Maledette frasi fatte che la gente pubblica e ripubblica a catena, saggezze scontate e qualunquiste o frasi di grandi geni che siano.
La gente non sa più dire qualcosa di suo, non ha l’inteligenza per dirlo o ha paura a farlo?

Per esprimere un idea o un emozione riuscite a comunicare senza utilizzare pacchetti di frasi preconfezionate?

Posted in Cosa penso | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

Padania libera!

Posted by wladipedia su 22 giugno, 2010

Padania libera, ma poi i padani saranno extracomunitari?!

Posted in Cosa penso | Leave a Comment »

La vecchiaia

Posted by wladipedia su 9 marzo, 2010

Che persona unica.

Posted in Cosa penso, Pasolini | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ungaretti

Posted by wladipedia su 9 marzo, 2010

La risposta di Ungaretti è qualcosa che io non riesco a descrivere ma mi lascia con un grande senzo di ammirazione.

Ha una visione estremamente aperta al di sopra di tutti gli altri intervistati. Per apprezzare appieno bisognerebbe guardare tutto il film-documentario “Comizi d’Amore”.

Posted in Cosa penso, Pasolini | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , | 41 Comments »

L’ inquisizione animalista!

Posted by wladipedia su 18 febbraio, 2010

Demenza collettiva! Sembra di essere ai tempi dell’inquisizione, ma ci si rende conto che un gatto o un un cane sono animali come molti altri che mangiamo?
O forse penisamo che i gatti abbiano piu sentimenti?
O magari semplicemente essendo piu “carini” allora è sacrilegio trattarli alla stregua degli altri animali?

Forse il volgo viziato dal benessere moderno dovrebbe iniziare a rimpossessarsi di una visione più naturale delle cose che lo circondano e considerare tutti gli animali al giusto livello, quindi vivere la natura come tale, nel bene, nel male e nel crudele, apprezzandone in tutto ciò la “straziante e meravigliosa bellezza del creato”(Citazione.) senza sacrificare la propria inteligenza ad un buonismo di comodo.

Ipocrisia; quando si tratta di sacrificare l’ambiente o addirittura la nostra stessa salute per motivi ben più futili e quindi più ben più gravi, l’uomo non si pone scrupoli se in gioco ci sono certi interessi, ma l’importante è apparire umani agli altri umani.

Ogni essere vivente polvere era e polvere ritornerà, quindi è inutile che se la sbatta tanto. Maledetti idioti!

Posted in Ambiente, Cosa penso | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , | 2 Comments »

Avatar, meno male che cè il 3D!

Posted by wladipedia su 28 gennaio, 2010

In assoluto la migliore grafica 3D che abbia visto fino ad ora.

Il resto è una storia tipo “Balla coilupi” o “Pocahontas“, piace sempre, perchè al volgo se si cambiano i personaggi gli si può ripropinare la solita storiella mille volte; ma in questo caso la si raccontata in maniera così standard e banale che sembra un video gioco gia giocato dove in ogni momento si intuisce cosa succederà. La mi nonna in cariola con 400milioni di dollari avrebbe saputo fare di meglio!

Tutti gli aspetti interessanti e nuovi che la storia propone e che potevano essere approfonditi vengono quasi del tutto ignorati dal regista, la rappresentazione della civiltà del mondo alieno è tralasciata e a volte illogica. Questo film non ha niente di suo; con una storia già collaudata e una grafica sicuramente vincente si è preferito far cassa invece che rischiare.

Come lessi una volta da qualche parte: “non è quello che si racconta, è come lo si racconta.”

Aggiornamento del 27/01/2010: Approfondimenti riflessivi.

Indubitabile è il suo successo commerciale grazie anche ad una buona campagna pubblicitaria, ma si può decretare un film un “capolavoro” basandoci sul successo ottenuto da una massa composta anche da bambini e famiglie che si muovono in branco?

Questo film ha fatto e farà indubbiamente molto discutere ma sicuramente rappresenta un segno dei tempi che cambiano. Chi lo dichiara un “capolavoro” e chi lo giudica una “stronzata” sono sullo stesso piano, critiche soggettive che guardano solo uno dei due aspetti: Il primo è l’aspetto tecnico e grafico, che è indubbiamente un capolavoro, realizato grazie ad un bagget milionario, e se fosse solo per questo gli si potrebbe dare tranquillamente un 10 come voto. Il secondo aspetto è quello più artistico e personale dove un registra dovrebbe metterci “del suo”, ma in questo caso invece che ispirarsi ha copiato una bella storia e nulla più, quindi il voto non può essere che un 6 strimizzito.

Ritengo che un parere più oggettivo si possa ottenere valutando assieme queste due caratteristiche, che alla fine fanno di Avatar un buon film, ma sensa tutti questi soldi (grafica) il film cosa sarebbe stato? Cosa è stato Pocahontas? Ecco questo sarebbe stato meno essendo un remake. Sono gia usciti nella storia del cinema altri “capolavori” sull’onda dell’uforia che poi si sono rivelati semplicemente dei bei film come Star Gate (che venne battezzato il nuovo Star Wars nel momento più caldo del suo successo), Titanic, o la Mummia (“il nuovo Indiana Jones”).

Ma cosa è che dispiace e che molti criticano? Dispiace il fatto che una volta un regista quando voleva realizare qualcosa di speciale, OSAVA (adesso va in banca?), spesso falliva e a volte riusciva tirando fuori un opera unica da cui poi altri si sarebbero potuti ispirare per crearne di nuove. Oggi abbiamo distillato la tecnica del successo dai capolavori realizati con l’arte della passione e una volta trovati i punti chiave e le tecniche narrative necessarie a suscitare certe emozioni, spesso ci siamo limitati a riapplicare il tutto meccanicamente mascherandolo più o meno bene. Non è sempre così, ma è sempre più così. Su Avatar il regista non si è neanche più preoccupato di mascherare nulla, è palese ma è bello, il successo al botteghino lo ha sentenziato.

Così è il cinema oggi? Il cinema è arte e fantasia o è solo uno studio dell’ arte di altri per riapplicarla per fini commerciali? Non è sempre così, ma è sempre più così, non importa va bene, se piace… e il prossimo film? Una verisione cyberpunk della Bella e la bestia?

Voto complessivo: 6.5

Oscar:

http://mag.sky.it/mag/cinema/2010/03/08/oscar_2010_vincitori.html

Link critica:

http://spettacoli.blogosfere.it/2010/01/avatar-quando-la-critica-grida-al-capolavoro-anche-se-non-ce.html

http://www.cineblog.it/post/20652/avatar-e-una-cagata-pazzesca-la-recensione-negativa

http://www.comingsoon.it/Primo-Piano-Page.asp?key=1163

Posted in Cosa penso | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , | 3 Comments »