Wladipedia’s Weblog

Tutto quello che interessa a me!

Posts Tagged ‘giapponesi’

Dimension Bomb

Posted by wladipedia su 29 dicembre, 2009

Annunci

Posted in Onirico | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

Tengen Toppa Gurren-Lagann

Posted by wladipedia su 22 ottobre, 2009

shot-gurren-lagann-storiashot-gurren-lagann-kaminashot-gurren-lagann-combatshot-gurren-09

Sfondamento dei cieli Gurren Lagann

  • Recensione

Dopo essermi gustato l’intera serie con il favoloso doppiaggio giapponese (sottotitolata) non posso che avere parole di elogio per la Gainax che ha spremuto lo spirito dei vecchi cartoni robot giapponesi riproponendo un opera in maniera ancora più esaltante e divertente. La storia non sarà quello che può sembrare dalle prime puntate.

I più amatori del fumetto e dei vecchi anime non potranno che apprezzare lo stile fumettistico di molte scene (vedi seconda immagine sopra), mentre dovrete dimenticare la vostra razionalità e le vostre critiche adulte su “questo non è fisicamente possibile” ecc.. Lasciate prendervi dalla passione e dalla fantasia dela storia. L’anime infatti non ha quello stile robotico all’ Evangelion, che propone un ipotetico futuro e una ipotetica tecnologia avanzatissima ma credibile, questo che avete davanti è tutt’altro, un anime in stile Shin Getter Robot The Last Day, d’ azione, di passione, schizzato e divertente, ma mai eccessivo ed a volte commovente. E come nella migliore tradizione dei bei cartoni giapponesi il cattivo non è mai il cattivo per antonomasia ed ogni personaggio ha una sua umanità e un suo senso logico, da questo non ne può che beneficiarne la storia che diventa appassionante e seguibile.

Ed infine voglio elogiare l’animazione che è semplice, dinamica e veloca. Non si spreca nei dettagli e ricorda quello stile anni 80 di Mazinga o Jeeg Robot, le trasformazioni, le unioni. I robot hanno le loro “espressioni” e danno forma al carisma del pilota, praticamente agli antipodi cè Patlabor. Le musiche, molto belle. Il finale mi ha commosso.

  • Informazioni

Al momento sta andando in onda sul digitale terrestre di Rai4, ma a novembre dovrebbe uscire anche il DVD in italiano della prima metà della serie.

È stato prdotto anche il lungometraggio come potete vedere dal primo trailer qua sotto, ma non consiglio di guardarlo se non prima di essersi gustati tutte le 27 puntate. Il lungometraggio non è altro che un riassunto della prima metà della serie senza variazioni significative però molti aspetti ed episodi divertenti vengono a mancare. Le scene dei combattimenti finali contro i tre generali rimasti che nella storia sono separate, nel lungometraggio si svolgono in un unico contemporaneo duello, è l’unica differenza.

Ulteriori informazioni potete trovarle su: http://it.wikipedia.org/wiki/Sfondamento_dei_cieli_Gurren_Lagann

Trailer cinematografico

(ATTENZIONE! Contiene spoiler!)

Trailer ufficiale giapponese

Trailer in Italiano

Posted in Opere da ricordare | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

Finalmente, TOTORO al cinema!

Posted by wladipedia su 1 settembre, 2009

Il film uscirà il 18 settembre 2009 nelle sale italiane

logo-luckyred

Da: http://it.wikipedia.org/wiki/Il_mio_vicino_Totoro

  • Significati

Totoro è la metafora della vita, interpretato spesso come uno spirito kami shintoista: la sua casa, l’albero di canfora, è un jinja, santuario shintoista con un torii e delimitato da shimenawa, corde di paglia di riso intrecciata usate per la purificazione rituale nella religione shintoista. In realtà non si riesce a distinguere la «realtà» dal «sogno», in tutto il lungometraggio: ad esempio la notte dell’arrivo di Totoro nel giardino delle bambine i germogli crescono fino a diventare un albero colossale, che il giorno dopo sparisce e lascia il posto a dei normalissimi germogli, lasciando alle bambine il dubbio che nulla sia realmente accaduto nella notte. La “Nonnina”, non a caso, non ha un nome: sembra essere l’archetipo della nonna comprensiva e buona che si prende cura dei bambini con infinite riserve di amore, che trae dal proprio rapporto sereno con la natura, dimostrato dal suo giardino, che è un «monte di infiniti tesori», frutti della terra addirittura miracolosi.

Da: http://it.wikipedia.org/wiki/Hayao_Miyazaki

  • L’ autore Hayao Miyazaki

Regista, autore di numerosi cartoni animati e di manga (fumetti giapponesi), Hayao Miyazaki ha conosciuto con le proprie opere un enorme successo in patria, accolto con entusiasmo da pubblico e critica, ma in occidente è rimasto a lungo poco conosciuto fuori dagli ambiti specializzati.

L’Orso d’oro per la La città incantata nel 2002 ed il premio Oscar per il miglior film d’animazione ottenuto con la stessa pellicola nel 2003 (questo non ritirato personalmente per protesta contro la guerra in Iraq[3]), hanno consacrato Miyazaki tra i maestri assoluti dell’animazione mondiale. A conferma di ciò anche il Leone d’oro alla carriera assegnato durante la 62a Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia.

  • Tematiche

« La filosofia di Miyazaki unisce romanticismo e umanesimo a un piglio epico, una cifra di fantastico visionario che lascia sbalorditi. Il senso di meraviglia che i suoi film trasmettono risveglia il fanciullo addormentato che è in noi. »

(Marco Müller, direttore della Mostra del Cinema di Venezia parlando di Hayao Miyazaki)

Posted in Opere da ricordare | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , | 3 Comments »