Wladipedia’s Weblog

Tutto quello che interessa a me!

Posts Tagged ‘Cultura’

Raggiolo

Posted by wladipedia su 21 marzo, 2008

Tra i tanti posti bellissimi in Toscana, oggi Wladipedia vi mostrerà un luogo che non esiste… Raggiolo.

immagine-001.jpg

Il miglior mezzo per raggiungere questo posto è una Fiat 500 d’epoca che si abbina stupendamente con le caratteristiche del posto, in alternativa è molto divertente anche la moto ma molte saranno le insidie (autovelox) che vi attenderanno lungo il tragitto.

Benchè le foto siano molto carine, sappiate che non renderanno mai la bellezza di arrivare e camminare per le strade e il bosco di questo paesino.

19082006009.jpg19082006014.jpgimmagine-027.jpg

Un paesino molto piccolo e semplice; per un forestiero, l’unico posto dove spendere i propri soldi è un bar, e il bellissimo ristorantino (di cui Wladipedia a presentato una recensione) dell’agriturismo li presente.

dscn1063.jpgimmagine-017.jpgimmagine-025.jpg

Oltre le meraviglie presentate dalla bellezza delle casine in pietra, dei vicoli fioriti e dei boschi, potrete ammirare i due piccoli “musei” allestiti in paese. Non si paga il biglietto, per uno è sufficente guardare dentro una porta, l’altro è il museo della castagna! 🙂

immagine-014.jpgimmagine-004.jpg

Infine per tutti coloro che hanno accettato il rischio di questo viaggio con me alla guida di una Fiat 500, ecco 2 foto del gruppo di spedizione e le foto artistiche di Messer Vignoni e dell’ Ing. Dott. Luigi Sassoli.

immagine-028.jpgimmagine-034.jpgraggiolo-superdeformed.jpgthesecretofraggiolo.png

P.S. e per i pochi amanti di noi ecco il wallpaper! 😛

Posted in Viaggiare | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 3 Comments »

La bestemmia non è blasfema.

Posted by wladipedia su 12 settembre, 2007

Potremmo definire la bestemmia un aiuto morale che si prende impropriamente l’uomo quando ne ha più bisogno, quando nel momento di disperazione e di mancanza di aiuto, esso si sente impotente di fronte agli eventi e quindi interloquisce con i suoi dei o con il suo dio in base al tipo di religione a cui appartiene. Da molti questa pratica è sicuramente giudicata blasfema, punibile, sbagliata e irrispettosa, ma io oggi vorrei spezzare una lancia a favore degli impavidi imprecatori, oroici uomini che si mettono in gioco con il proprio Dio nonchè creatore di parecchie cose. Essi sfidano l’onnipotente e gettano la maschera di esseri inferiori, essi bannano la sua immunità e la loro rabbia gli da la forza per intraprendere quell’ unica lotta possibile con il divino che altro non è che la fantomatica bestemmia!

Uomini come tutti, spesso molto più sinceri e di buon animo di altri, vengo additati come peccaminosi e sciocchi, da condannare sulla debolezza di un momento; ma chi dice che la loro pratica sia così blasfema? Essi si pongono al pari del divino, nel loro colloquio (pergiunta monodirezionale poichè mi pare che Dio o affini non abbiano mai risposto (almeno a me personalmente non  mi hanno mai risposto)), essi raggiungono rapporto meno formale con l’onnimpotente, più familiare, che è fatto di amore e odio allo stesso tempo. In esso cè l’umanità e il vigore di un uomo comune e peccaminoso ma allo stesso tempo bisognoso di sfogo che egli trova in quella metaforica lotta con Dio. Come si può quindi condannare tali persone? Non si possiamo ovviamente. Condanniamo invece chi il male lo fa realmente nel mondo (e probabilmente non bestemmia perchè se la passa meglio di altri) e lasciamo che il nostro spirito e rabbia abbia il suo sfogo terreno, umano e a volte semplicemente giocoso, dato che, con il tempo il rapporto informale diventa tendenzialmente amichevole; non ci si infama forse anche fra amici? chi siamo noi o chi siete voi per giudicare il rapporto intimo che cè fra l’uomo e il proprio Dio? Grazie.

  1. Ghigno Dice:
    13 Settembre 2007 a 1:08

La bestemmia in fondo non è un insulto, ma è semplice satira ecclesiastica.
Pensiamoci bene, la satira è rivolta ai potenti, non schernendoli ma marcando luci ed ombre di quella personalità.
E chi c’è di più potente di Dio stesso? Quindi se è lui un Dio accetterà per scopi di benevolenza del suo popolo anche la satira stessa… speriamo solo però che non ci censuri!

Posted in Cosa penso | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , | 7 Comments »