Wladipedia’s Weblog

Tutto quello che interessa a me!

Il dilemma del prigioniero

Posted by wladipedia su 29 gennaio, 2009

Messer Vignoni mi ha segnalato questo fantastico dilemma. Grazie Messere e grazie anche a Wikipedia.


  • Il dilemma del prigioniero è un gioco ad informazione completa proposto negli anni ’50 da Albert Tucker come problema di teoria dei giochi. Oltre ad essere stato approfonditamente studiato in questo contesto, il “dilemma” è anche piuttosto noto al pubblico non tecnico come esempio di paradosso. Il dilemma in sè, anche se usa l’esempio dei due prigionieri per spiegare il fenomeno, può descrivere altrettanto bene la corsa agli armamenti, proprio degli anni ’50, da parte di USA e URSS (i due prigionieri) durante la guerra fredda.
  • Il dilemma può essere descritto come segue:

Due criminali vengono accusati con prove indiziarie di aver compiuto una rapina. Gli investigatori li arrestano entrambi per il reato di favoreggiamento e li chiudono in due celle diverse impedendo loro di comunicare. A ognuno due prigionieri vengono date due scelte: confessare l’accaduto, oppure non confessare. Viene inoltre spiegato loro che:

a) se solo uno dei due confessa, chi ha confessato evita la pena; l’altro viene però condannato a 7 anni di carcere.
b) se entrambi confessano, vengono entrambi condannati a 6 anni.
c) se nessuno dei due confessa, entrambi vengono condannati a 1 anno.

In realtà la soluzione è abbastanza scontata e spiegabile anche con il teorema dell’ equilibrio di Nash. Cioè entrambi confessano e prendono 6 anni a testa.

  • Ma questo mi ha fatto pensare…

La soluzione migliore la si otterrebbe solo nel caso che le due persone siano sufficentemente altruiste e pensino al  bene comune, quindi vedrebbero come scelta più conveniente la somma degli anni di entrambi e di conseguenza farebbero la migliore scelta per entrambi, cioè “non confessare”, ma dovrebbero essere pronti anche a sacrificarsi non pensando al modo più sicuro e personale per cavarsala nel migliore dei modi.
Se come è facilmente dimostrabile la teoria dell”equilibrio di Nash è valida per la maggior parte delle persone, questo dimostra che la maggior parte delle perosno non sono sufficentemente altruiste, ne fiduciose sul prossimo e non pensano al bene comune in situazioni di pericolo personale. Ma questo già si sapeva. E allora? dove è il bello? Il bello è che è dimostrato scientificamente da Wladipedia adesso ma anche da Wikipedia (mio diretto concorrente) sull’argomento dell’ Equilibrio di Nash.

La teoria dell”equilibrio di Nash può però fallire in alcuni ambienti (o insiemi più piccoli) come quelli familiari,  ma varrà sempre nel mondo, cioè nell’insieme più grande anche se questo include insieme più piccoli in cui tale teoria non valida. E’ l’ “amore” reciproco che invalida la teoria dell”equilibrio di Nash ma questo è limitato nella sua forza, in realtà è la limitata percezione che l’uomo ha del suo insieme di appartenenza che lo inganna e lo danneggia. Questa limitazione non è altro che frutto della stupidità umana, per questo se esiste una possibilità (o speranza) di miglioramento in molte situazioni odierne (guerre, inquinamento, ecc…), questa non è data dal fantomantico “amore”, ma bensi dall’ inteligente capacità di percepire il proprio insieme di appartenenza non limitato al personale, alla famiglia, città o nazione, ma all’intero pianeta.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: